Come ricaricare le cartucce non originali da ufficio

Come ricaricare le cartucce non originali

I vari consumabili da ufficio

Il vasto mondo dei vari consumabili da ufficio comprende cartucce e toner.

Le prime sono adatte per le stampanti inkjet, i secondi per i macchinari con tecnologia laser.

Tra i consumabili si possono poi differenziare varie tipologie, ci sono quelli originali, e quelli non originali, ovvero compatibili.

Entrambe le tipologie possono venire rigenerate, ovvero riempite di nuovo inchiostro una volta esauste.

E’ possibile infatti ricaricare cartucce non originali Epson, Samsung, Toshiba, Lexmark e tanti altri marchi di cartucce compatibili con le originali, come anche ricaricare quelle originali vere e proprie.

Cartucce originali e compatibili

Cartucce originali sono quelle dello stesso marchio della stampante, quindi realizzate dalla medesima azienda che realizza anche i macchinari da ufficio.

Le cartucce invece non originali, sono anche dette compatibili, e tali cartucce sono prodotti nuovi di fabbrica ma non del marchio della stampante, bensì di un marchio secondario.

Tuttavia rispondono alle medesime caratteristiche tecniche richieste da ogni tipo e modello di stampante, per cui si dice che sono appunto compatibili con le stesse.

Ricaricare le cartucce

Le cartucce si possono anche ricaricare, per dare loro una nuova vita, risparmiando e dando anche una mano all’ambiente.

Si possono anche ricaricare cartucce non originali Epson, o di altri marchi, seguendo i medesimi passaggi che si effettuano per ricaricare le cartucce originali.

Per ricaricare le cartucce si devono prima di tutto usare le cartucce appena esaurite, infatti se si attendono diversi giorni prima di ricaricarle, la spugnetta presente al loro interno si secca ocn i residui di inchiostro, e la cartuccia non sarà più utilizzabile.

In commercio si vendono specifici kit di ricarica cartucce, per ogni tipo di marca e anche universali.

Con questi particolari kit si possono quindi ricaricare cartucce non originali Epson, oppure di altri marchi.

Sia per le cartucce originali, come per quelle non originali, i passaggi sono gli stessi, dato che in ogni caso si tratta di cartucce nuove da riempire con nuovo inchiostro.

Nel kit di ricarica si trova una siringa, dei guanti usa e getta, un flacone di inchiostro del colore da ricaricare.

Per procedere alla ricarica, si deve alzare l’etichetta adesiva che si trova sempre nella parte superiore della cartuccia. Qui ci sono dei fori, e ivi va iniettato l’inchiostro. Alcune cartucce non hanno i fori e bisogna farli a mano con un utensile adatto, facendo attenzione a non rovinare la cartuccia.

Si passa poi a riempire la siringa di inchiostro, e lo si inietta nella cartuccia, senza riempirla troppo.

Se erroneamente si riempie troppo, si deve togliere l’eccesso di inchiostro, per evitare un malfunzionamento della stessa.

Si deve fare attenzione a riempire le cartucce lentamente, in maniera da dare il tempo alle spugnette di assorbire l’inchiostro.

Poi si richiude l’etichetta adesiva, anche con dello scotch, e si mette la cartuccia così ricaricata nel suo alloggiamento.

Prima dell’utilizzo, conviene lasciarle ferme per qualche ora, per dare modo alle spugne interne di assorbire bene tutto l’inchiostro iniettato.

Prima di procedere alla stampa come di consueto, è consigliabile poi effettuare una prova di stampa, per verificare che sia tutto a posto e funzioni correttamente.

Spesso la stampante potrebbe indicarla come compatibile o in fase di esaurimento, tutto ciò è completamente normale, dato che la stampante non è programmata per le cartucce rigenerate, in ogni caso questo non porta nessun tipo di problema alla stampa.

In questo modo si avranno delle nuove cartucce, rigenerate, che daranno una buona qualità di stampa, e permetteranno di risparmiare sui costi della stessa.

Si deve fare attenzione a utilizzare una siringa per ogni colore, in modo da non contaminare tra loro i vari inchiostri, e mescolare i colori.

rss-subscribe

Non perdere i prossimi articoli! Iscriviti al Feed RSS
Oppure abbonati gratis via Mail:

Inoltre puoi:

 

By with No Comments 0 59

Related Posts

No posts were found for display