Migliori applicazioni Android che sfruttano i permessi di root

Oggi cercheremo di consigliare alcune delle applicazioni presenti su Google Play che sfruttano questi permessi in modo da poter velocizzare Android.

AdFree: La miglior applicazione, secondo me, che è presente sul Market di Google. Questa ci permette di disattivare i fastidiosi banner pubblicitari che si trovano sulla gran parte delle applicazioni quindi rendendole molto più fluide e soprattutto consumando meno batteria.

Titanium Backup: Per gli appassionati del modding questa app è un must-have. Ci permette di fare un totale backup di tutti i nostri dati, quindi compresi messaggi e password wifi oltre che di tutte le applicazioni e di tutti i dati delle app. Il costo dell’applicazione completa vale la pena. Non perderete mai nulla che si trova nella memoria del vostro cellulare.

Root Unistaller: Altra applicazione che considerare utile è quasi riduttivo. Ci permette di disinstallare qualsiasi tipo di applicazione anche quelle preinstallate sul cellulare, come ad esempio le app Tim o Tre.

Quickboot: App che ci permette di entrare in recovery o in modalità download in pochissimo tempo senza compiere varie combo di tasti.

SetCpu: Applicazione che ci permette di interagire direttamente col kernel dandoci la possibilità di overcloccare il processore o cambiare scheduler del kernel. Questa applicazione pur essendo molto utile è consigliabile che la usino solo gli utenti più esperti.

Screencast Video Recorder: Con questa formidabile applicazione possiamo effettuare video di ciò che si vede sullo schermo, molto utile se si vuole registrare un video di un gioco ad esempio.

Calibrazione Batteria: Un altro must-have per gli appassionati di modding, quest’app imposta il livello di batteria al sistema operativo, ossia la calibra secondo quello che è il suo reale 100% e non secondo la percentuale vista da Android.

Juice Defender: Ottima applicazione che ci consente di risparmiare molta batteria impostando delle impostazioni di rete a seconda della percentuale di batteria rimasta. Ad esempio, se la carica di batteria sta al 10%, si può richiedere la disattivazione della connessione internet.

 

rss-subscribe

Non perdere i prossimi articoli! Iscriviti al Feed RSS
Oppure abbonati gratis via Mail:

Inoltre puoi:

 

By with No Comments 0 1107