Internet senza limiti ! Grazie a Google è possibile !

logo

L’idea di portare internet nelle zone più remote del pianeta e di abbattere una volta per tutte il Digital Divide mondiale è un vero e proprio progetto che Google sta finanziando. Tale progetto prende il nome di “Project Loon” che in inglese sta a significare “Pazzo”. Tutto ha avuto inizio su di un’Isola nel Sud della Nuova Zelanda, dove sono stati lanciati una trentina di palloni aerostatici nella stratosfera a circa 20 chilometri di altezza.

Tali aerostati seguiranno una rotta ben precisa e prestabilita lungo il parallelo 40 dell’emisfero sud, fino a portare internet anche nelle zone più rurali del globo terrestre. Questo nuovo sistema che Google ha ideato è un operazione  “Easy” e allo stesso tempo “Low-cost”; tali caratteristiche favoriranno le comunicazioni internet anche nelle zone con assenza di comunicazione, tipo quelle colpite da catastrofi naturali, da attacchi terroristici, o da altri eventi straordinari…

Ogni pallone lanciato in orbita ha un diametro di circa 15 metri (quando sono completamente gonfi in quota) e sono realizzati con una plastica molto sottile, di appena 0,077 millimetri di spessore. In più sono forniti di pannelli ad energia solare per l’alimentazione, e naturalmente di ripetitori di segnale Wifi molto simili a quelli dei satelliti di telecomunicazioni,in modo da garantire la trasmissione del segnale a terra, fornendo copertura a tutti coloro che si trovano in prossimità della rotta di ogni dispositivo. Il tutto verrà manovrato da terra in delle apposite stazioni che si occuperanno di inviare segnali input, abilitando determinate zone del pianeta alla copertura Wifi. Per il momento Google non garantisce una copertura di rete stabile, ma solo a tratti e a seconda della posizione di ogni pallone. In futuro però è stato già preannunciato il lancio di migliaia di palloni nello spazio, in modo da garantire una copertura stabile e ad una velocità pari o addirittura superiore alla attuale rete 3G.

 

rss-subscribe

Non perdere i prossimi articoli! Iscriviti al Feed RSS
Oppure abbonati gratis via Mail:

Inoltre puoi:

 

By with No Comments 0 1059